+

PSICOLOGO PSICOTERAPEUTA: Dott. Massimiliano De Somma - PSICOTERAPIA NAPOLI - Rassegna stampa - Cicli di incontri dedicati all'igiene mentale - Psicoterapia Napoli: Dott. Massimiliano De Somma - Psicologo Psicoterapeuta

Link alla pagina Facebook
Link alla pagina Google plus
Link alla pagina Twitter
Link al canale You Tube
Foto del Dott. Massimiliano De Somma
Titolo del Sito del Dott. Massimiliano De Somma
Link Google Maps Studio Sant'Antimo (NA)
Link Google Maps Studio Napoli
Link per chiamata vocale
Vai ai contenuti

Menu principale:

Documenti > Rassegna stampa

                 Il Giornale di Napoli 15/05/2015



"Mi libro", ciclo di incontri dedicati all'igiene mentale
Sant'Antimo, appuntamento dal 18 al 22 maggio
con presentazione di libri e dibattiti

SANT'ANTIMO. L'igiene mentale è al centro di una serie di iniziative, promosse dalla biblioteca comunale "Mi libro", con il patrocinio del Comune. Si comincia il 18 maggio, con una mostra documentaria-fotografica sul "manicomio criminale di Aversa" allestita presso la biblioteca comunale. Si chiude il 22, con la presenza del libro "la storia di Nabuc" - storie di stra-ordinaria follia delirate ed allucinate dai ricoverati dell'ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa. Alla presentazione del libro, alle ore 18, presso la biblioteca comunale "Mi-libro" con l'autore, lo psicoterapeuta Massimiliano De Somma, ne discuteranno lo psichiatra Adolfo Ferraro, e Nella Capasso, giornalista. Il volume è pubblicato dalla casa editrice Arduino Sacco. A fare gli onori di casa il sindaco Francesco Piemonte e l'assessore alla cultura, Corrado Chiariello. L'evento servirà anche a pubblicizzare lo sportello informativo temporaneo aperto alla cittadinanza sulle tematiche dei disagi mentali: sarà operativo dal 18 al 21 maggio, dalla ore 10 alle 12, e il martedì ed il giovedì dalle 16 alle 18. "La storia di Nabuc" è il nome di una rivista, diretta da Raffaele Sardo, pubblicata dall'ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa. L'introduzione del libro è firmata dal professore Francesco Bruno. Il saggio mette insieme i lavori dei pazienti dell 'opg, "storie, favole, racconti, poesie e fantasie create dagli ospiti coatti, malati di mente autori di reato", grondanti emozioni, sentimenti. Gli scritti, nella loro versione originale, con errori e strafalcioni, conservano intatta la loro carica emotiva.
Mariateresa Maiello






Torna ai contenuti | Torna al menu